28, Apr 2022
TikTok potrebbe essere utile al tuo business?

Nel 2018 Musica.ly, la piattaforma per condividere video brevi a tema musicale, fu comprata dal colosso tecnologico cinese Bytedance e assorbita dalla nuova applicazione lanciata da quest’ultimo, ovvero TikTok. 

È cominciato tutto da una piattaforma social network dove gli utenti potevano condividere brevissime clip seguendo i trend musicali del momento, tra balletti e playback. Oggi, TikTok è diventato un vero e proprio hub creativo, con contenuti variegatissimi. 

Dopo la fusione, il bacino di utenza di TikTok è infatti cresciuto dell’800%, arrivando a raccogliere sotto di sé oltre un miliardo di utenti globali tra utenti e aziende che utilizzano la piattaforma per raggiungere i potenziali clienti Millennial e Gen Z.

In questo articolo, vedremo quali sono le ultime novità in ambito TikTok, e se il marketing su questa piattaforma fa davvero per te. 

Dovresti investire su una strategia Social Network su TikTok? 

Dall’inizio della sua crescita esponenziale nel 2020, TikTok è diventato uno strumento per il social media marketing piuttosto diffuso tra i brand, specialmente quelli che si rivolgono ai più giovani. Con la crescita del bacino di utenza, si è infatti assistito a una crescita del numero di spot pubblicitari, dal 19% nel 2020 fino al 37% nel 2021. 

Un rapporto di Kantar ha rivelato che TikTok si è piazzata al primo posto nella classifica delle piattaforme pubblicitarie con più ROI, superando Amazon, Instagram, Google e Twitter, detenendo questa posizione per due anni consecutivi. 

A scapito di queste statistiche, tuttavia, alcuni professionisti sono ancora scettici sull’utilizzo di TikTok per le loro campagne pubblicitarie. Secondo un recente studio, tantissimi marketer vedono la piattaforma come uno strumento ad alto potenziale innovativo, ma ancora incredibilmente volatile. 

Come tale, in molti preferiscono continuare a utilizzare piattaforme già sperimentate come Facebook, YouTube e Instagram. Dalla prospettiva del consumatore, su TikTok viene ricercato molto di più il contenuto genuino rispetto alle promozioni. 

Secondo uno studio di Nielsen nel 2020 – condotto tramite sondaggi agli utenti di TikTok – il 59% degli intervistati a dichiarato di utilizzare TikTok principalmente per il sentimento di community percepito rispetto alle altre piattaforme. Il che porta l’85% degli utenti a sentirsi attratto da nuovi contenuti ricondivisi sull’app. 

Il risultato è che la promozione su TikTok tende ad avere un’attitudine più informale e creativa piuttosto che commerciale. Il 68% degli utenti TikTok trova infatti che le pubblicità sulla piattaforma siano infatti molto diverse da quelle sugli altri Social Network. 

Quindi, sebbene TikTok sia un’ottima piattaforma con un bacino di utenza vastissimo, è bene ponderare se la pubblicità su questo social faccia davvero per te. Dovrai analizzare bene gli obiettivi e lo stile del tuo brand, e vedere se si allinea con le linee guida di TikTok. 

Nel caso in cui tu fossi ancora deciso a implementare una campagna pubblicitaria su TikTok, ecco le ultime novità che ti permetteranno di rimanere aggiornato e ottenere il massimo dei risultati! 

Le storie sui Social Network arrivano anche su TikTok

TikTok sta espandendo la sua offerta di contenuti: oggi, è possibile infatti pubblicare Stories, proprio come su Instagram. Già annunciata nell’estate del 2021, questa nuova funzionalità è stata però introdotta solo recentemente. 

Proprio come una Storia su Instagram, le storie su TikTok durano solo 24 ore prima di essere cancellate automaticamente, e possono essere viste sia visitando un profilo specifico che nella pagina dei Per Te. 

Come creator, potrai verificare il numero di persone che ha visto la storia, ma non chi l’ha vista. Tuttavia, potrai mettere like a una storia e lasciare un commento pubblicomentre su Instagram gli utenti possono solo rispondervi per messaggio privato. 

Per pubblicare una storia, selezione il bottone “Crea” al centro della barra di navigazione sull’app, per poi dirigerti alla modalità fotocamera che ti permetterà di girare un video sul momento o pubblicarne uno già creato. 

Le stories hanno le stesse funzionalità di personalizzazione, e ti permetteranno di rispondere ai commenti, utilizzare filtri e inserire tutte le modifiche possibili con un normale video su TikTok. 

Dai Social Network a casa tua: TikTok e le consegne a domicilio

TikTok si sta anche preparando a lanciare un nuovo servizio che renderà i video un mezzo per pubblicizzare prodotti mangerecci da ordinare direttamente a casa. Grazie alla partnership con Virtual Dining Concepts e Grubhub, TikTok aprirà le porte della propria “TikTok Kitchen”.

Per ora il servizio è attivo solo negli Stati Uniti, e permetterà agli utenti di ordinare consegne a domicilio direttamente dall’app e dai video che li sponsorizzano. Ad oggi, circa 300 località americane con 1000 ristoranti stanno già sfruttando il servizio, che se avrà successo verrà espanso presto anche ad altri paesi. 

L’idea nasce dal fenomeno attraverso il quale alcuni piatti sono diventati “virali” negli ultimi mesi, come ad esempio la pasta al forno con la feta, il burger vegano e le chip di pasta. Nel 2021 la ricetta del famoso piatto a base di feta è stata la più ricercata su Google dopo il successo su TikTok. 

Quindi, la TikTok Kitchen sarà un’ottima occasione per i ristoranti locali di cavalcare l’onda sulla popolare piattaforma cinese, e offrire il proprio personalissimo menù allineandolo a quello dei trend più popolari. 

Fondata nel 2018, la Virtual Dining Concepts gestisce diversi canali di consegne a domicilio da ristoranti virtuali con cui ha una partnership, collaborando anche con influencer piuttosto famosi come MrBeast, Guy Fieri, Steve Harvey, Mariah Carey, Tyga e molti altri. 

Il che ha attirato l’attenzione di diversi finanziatori, raccogliendo 20 milioni in un singolo anno per implementare nuove tecnologie e fornire un’esperienza sempre più soddisfacente e memorabile ai suoi utenti. Ecco perché TikTok ha deciso di unirsi al trend. 

La piattaforma cinese risulta notoriamente famosa anche per i suoi trend in ambito food, e ha contribuito alla popolarizzazione delle ricette in 30 secondi, che vengono ricondivise anche su altre piattaforme come Twitter, Instagram e Facebook. 

Quindi, non c’è da stupirsi che il colosso cinese abbia colto la palla al balzo e abbia studiato un metodo per dare ancora più rilevanza ai creators in ambito food e nel contempo collaborare con una fetta di mercato fin’ora sconosciuta, ovvero quella del food delivery. 

La tua pubblicità al sicuro su TikTok: il Social Network incrementa i sistemi di sicurezza

Un’altra novità in ambito TikTok è la partnership con Zefr per garantire una maggiore sicurezza ai brand che implementano campagne pubblicitarie sulla piattaforma. Il che significa che TikTok avrà un’arma in più per impedire ai contenuti ritenuti offensivi di monetizzare sulle campagne pubblicitarie. 

Utilizzando la dashboard di Zefr messa a disposizione da TikTok, potrai avere accesso alle insights in ambito di Alleanza Globale per l’Utilizzo Responsabile dei Nuovi Media, nello specifico controllare che le tue pubblicità non finiscano su categorie di contenuti ritenute a rischio. 

I marketer avranno quindi la certezza che le loro campagne pubblicitarie non vengano associate con contenuti sgradevoli

Questa soluzione fornirà ai pubblicitari uno strumento in più per garantire sicurezza alla reputazione del brand durante le campagne su TikTok. Grazie alle insights dedicate, coloro che investiranno in pubblicità su TikTok verranno rassicurati sul fatto che i loro contenuti verranno affiancati a contenuti organici appropriati, andando a proteggere la reputazione e mitigando i rischi derivanti dalla pubblicizzazione su contenuti offensivi” – Kevin Mayer, CEO di TikTok

La tecnologia di Zefr si basa su un’intelligenza artificiale avanzata che analizza nel dettaglio audio, testi e visuali fotogramma per fotogramma, insieme a un’ulteriore verifica da parte di professionisti per determinare se un contenuto è appropriato per la pubblicità o no. 

Questo tenendo in considerazione del fatto che alcuni trend e challenge su TikTok spesso si approcciano a un territorio pericoloso in termini di offensività e rischi per la salute. Grazie alle nuove tecnologie per assicurare la sicurezza dei brand che implementano campagne pubblicitarie, il rischio verrà notevolmente mitigato. 

Naturalmente le probabilità di successo non si avvicineranno al 100%, perché si tratta comunque di un sistema basato sull’intelligenza artificiale, e come tale potrebbe sbagliare. Ad esempio, una delle challenge più recenti, quella della “Milk Crate”, è cominciata come un trend innocente che però ha poi dato vita a comportamenti estremamente rischiosi e causato diversi incidenti. 

Tantissime altre challenge hanno visto una storia simile – ed è proprio per questo motivo che TikTok sta correndo ai ripari andando a stipulare più convenzioni possibili con agenzie di sicurezza come Zefr, che offrono sistemi all’avanguardia. 

Si prevede che in futuro, grazie alla sovvenzione di TikTok, il sistema Zefr vedrà implementate funzionalità aggiuntive sempre più performanti per prevenire catastrofi PR prima che succedano, o comunque in un tempo di reazione ragionevole. 

Si tratta di un passo avanti significativo, che dimostra la volontà di TikTok di raggiungere livelli di offerta in materia di campagne pubblicitarie sempre più simili a quelle di Instagram e Facebook. Ad oggi, il sistema è già disponibile in Italia! 

TikTok e le previsioni per il futuro sul popolare Social Network

TikTok è una piattaforma che ha visto una crescita esponenziale dal 2020 a oggi, e che non accenna a diminuire nel prossimo futuro. Si tratta di un colosso che ha superato in alcune metriche addirittura Facebook e Instagram. 

Tuttavia, le funzionalità della piattaforma appaiono ancora rudimentali rispetto a quelle offerte da piattaforme come Meta, ed è per questo motivo che TikTok sta cominciando a sperimentare nuove features atte a distinguersi dai suoi principali competitors e nel contempo continuando ad attrarre sempre più pubblico. 

Il successo di TikTok deriva dall’altissimo potenziale di condivisione offerto dal formato dei video brevi, e non c’è da stupirsi che anche Instagram, Facebook e YouTube abbiano implementato nuove funzionalità che permettono di sfruttarlo. 

Quindi, è quasi certo che TikTok non sia una meteora come altre piattaforme – ad esempio ClubHouse – e che il colosso cinese sia qui per restare. Se hai intenzione di investire su una strategia social, conviene che tu rimanga sempre aggiornato sulle ultime novità.

Realizzare siti internet e social media non è mai stato così facile

Compila il modulo sottostante uno dei nostri esperti ti contatterà quanto prima

    logo siti e social
    27, Apr 2019
    L’ascesa di TikTok: perché non dovresti ignorare quest’app?

    Mai perdere di vista i trend in crescita nel settore social media marketing, chi lavora in questo campo deve a tutti i costi lavorare su due fronti: migliorare ciò che conosce per ottimizzare i risultati e valutare nuovi scenari. Come, ad esempio, TikTok. Non ne hai sentito parlare? Strano!

    Forse non rientra nei tuoi interessi ma tra gli utenti della Generazione Z è sicuramente una delle realtà più diffuse. E dovresti approfondire anche tu questo tema se vuoi essere allineato con le moderne tendenze del social media marketing. Ti ho incuriosito? Perfetto, ecco un’app che non devi perdere di vista se lavori con visual storytelling e video content marketing.

    Cos’è, cosa fa e a cosa serve TikTok

    Andiamo subito al sodo con una definizione di questa realtà: TikTok è un’app, legata a un social network cinese, per creare e condividere video di 15 secondi. Le clip che puoi confezionare sono un mix di visual, musica, effetti audio e adesivi disponibili gratuitamente. Come funziona?

    Il meccanismo è simile a quello di tanti progetti – Instagram, Vine, Snapchat – e il formato è verticale. Vale a dire perfetto per un uso esclusivamente mobile, come è giusto che sia.

    Hai a disposizione un’ampia scelta di filtri per modificare i video e lavorare su un parametro che accomuna tutte le piattaforme simili: l’engagement. Vale a dire il coinvolgimento dei follower che possono seguire i vari account iscritti al servizio. Puoi iniziare su www.tiktok.com

    Diffusione virale di quest’applicazione

    Oggi stiamo parlando di TikTok soprattutto perché si registra una grande evoluzione dell’app in questione. I motivi che si nascondono dietro il suo successo? Rapidità, immediatezza.

    Ma anche facilità d’uso: ti iscrivi e usi gli strumenti che oggi funzionano per la comunicazione online. Sto parlando di quel mix di testo, audio e video che viene sviscerato dallo stream di una qualsiasi piattaforma che si adatti allo schermo di uno smartphone. I dati parlano chiaro.

    Stiamo parlando della terza app più scaricata. Secondo Sensor Tower, nel dicembre 2018 l’app ha raggiunto 75 milioni di nuovi utenti in tutto il mondo grazie al download su App Store e Google Play, con una crescita molto interessante rispetto ai 20 milioni di dicembre 2017.

    E chiunque si occupi seriamente di SMM non può ignorare queste percentuali. Soprattutto se vengono arricchite con i dati presi dalla ricerca che cerca di rispondere a un’altra domanda.

    Gli utenti TikTok: oltre gli adolescenti

    Chi sono gli appassionati di quest’applicazione? È un dubbio sacrosanto per chi deve investire tempo e risorse in una strategia di web marketing che contempli anche TikTok. Allora, le indicazioni di en.lab.appa.pe sono molto interessanti, ecco un estratto grafico da valutare.

    Gli utenti iscritti a TikTok sono principalmente di genere maschile: rappresentano il 56% della base che ha scaricato l’app. La fascia d’età più diffusa è quella degli adolescenti, i teenager (21%), seguiti dai ragazzi di vent’anni (14%). Uno scenario tutto sommato ipotizzabile, ma c’è una sorpresa: i quarantenni rappresentano una fetta interessante degli iscritti con un sonoro 10%.

    Ma cosa fanno queste persone su TikTok? Intrattenimento costante, se non altro perché i dati della ricerca appena citata parlano di una presenza quasi spasmodica sull’app che viene attivata, in media, 43 volte al giorno. Calcola che su Twitter si parla di un valore pari a 16…

    I marketer dovrebbero valutare TikTok?

    Ogni canale è una mini-TV social dove vengono pubblicati video che raccontano gli interessi di una persona: non si legge, non c’è bisogno di seguire un filo logico. TikTok è solo leisure, la nuova app del flaneur contemporaneo che passeggia annoiato tre le strade della metropoli digitale alla ricerca di quell’evento capace di attirare la sua attenzione in un modo sempre uguale.

    In questo contesto possono inserirsi le aziende, i brand. Con metodi e strategie differenti. Proprio come fa McDonald’s Malesia che ha aperto una sfida, caratteristica chiave della piattaforma.

    Scarichi l’app e inizia a registrare video ballando e cantando su brani Big Mac. Funziona? Ed è adatto a tutti? Ancora presto per dirlo, ma stiamo iniziando a raccogliere i primi case studi di visual storytelling su TikTok. E non dovresti ignorare le occasioni offerte da questo mezzo.

    Da leggere: Snapchat e le potenzialità per il tuo brand

    Hai già iniziato a usare quest’app visual?

    So già cosa stai pensando: non hai tempo per occuparti anche di TikTok. Devi pianificare le campagne di Facebook Advertising, aggiornare il blog aziendale, definire il calendario editoriale di Instagram, cercare di capire se c’è ancora spazio per Pinterest e Snapchat nella tua attività di visual marketing. Ma un consiglio voglio dartelo: prendi in considerazione il trend positivo.

    C’è la possibilità di cavalcare l’interesse per un canale nuovo, non ignorare la forza che ha un’applicazione del genere per raggiungere il tuo target. Sei d’accordo con la mia idea?

    P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

    Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

    Per eventuali consulenze in materia scrivete a [email protected]